Tesi di Laurea di Erica Bosio

Anno: 2009-10
Università: Università degli Studi di Torino
Facoltà: GIURISPRUDENZA
Relatore: Edoardo Greppi
 

Il terrorismo come crimine contro l'umanità: problemi di qualificazione e prospettive di evoluzione normativa.

L'elaborato si propone di affrontare il tema della criminalizzazione del terrorismo, in particolar modo in relazione alla fattispecie di crimini contro l'umanità. Nel panorama giuridico internazionale contemporaneo sono presenti numerose definizioni delle singole attività che costituiscono terrorismo, ma è invece assente una definizione generale ed indiscussa del fenomeno. Tale assenza ha reso assai difficoltose la criminalizzazione e la perseguibilità degli atti di diffusione del terrore e ha generato un significativo dibattito dottrinario circa la categoria di crimini che meglio si addice alla criminalizzazione del fenomeno terroristico. Nel corso della presente trattazione viene proposta una panoramica di tale dibattito, soffermandosi in particolar modo sulla tendenza di parte della dottrina di ricondurre il terrorismo ad un'unica e preesistente categoria. In risposta a tale dibattito il presente elaborato si propone di adottare un approccio differente, secondo il quale la criminalizzazione del terrorismo dovrebbe essere considerata non alla stregua di un aut aut, ma piuttosto come la possibile compresenza di tre categorie: crimini di guerra, violazione delle norme sui diritti umani e crimini contro l'umanità. A tal fine, la categoria dei crimini contro l'umanità si rivela particolarmente utile poiché costituisce un'alternativa alla criminalizzazione del terrorismo alla stregua di un crimine di guerra e permette la condannabilità degli atti di diffusione del terrore a prescindere dalla presenza di un conflitto armato. L'obiettivo della presente dissertazione è permettere un allargamento della fattispecie di terrorismo e difendere un'eventuale inclusione della stessa nella giurisdizione della Corte Penale Internazionale. Tale inclusione, infatti, presenta innumerevoli vantaggi: previene l'impunità; garantisce l'inapplicabilità di leggi nazionali che prevedono deroghe al crimine di terrorismo; assicura alle vittime che venga fatta giustizia; funge da deterrente per la commissione di crimini futuri; e rinforza la posizione e il ruolo delle vittime, che hanno ripetutamente lottato in favore di una maggiore punibilità di questo terribile crimine.

 
 
Questa tesi non è disponibile nel database di Tesionline.

Potrebbero interessarti queste tesi DISPONIBILI:

Non hai trovato niente di tuo interesse? Prova ad inserire una frase di ricerca: